Competenza immigrazione

Il primo incontro ha trattato il tema del contesto socio-sanitario spagnolo presentato dall’Avv. Roger Rodeada García dell’organizzazione SOS Racisme. L’Avv. ha illustrato dapprima la mission e le attività svolte dalla sua organizzazione nell’ambito della lotta al razzismo e alla xenofobia al livello locale e nazionale ed inseguito ha spiegato l’evoluzione del sistema socio-sanitario spagnolo e catalano. Alla fine della presentazione il Sig. García ha risposto a diverse domande poste dai partecipanti per approfondire alcune tematiche trattate. Nel tardo pomeriggio il gruppo ha visitato i bagni arabi della città, la cui struttura riproduce i bagni medievali mussulmani, e il quartiere ebraico.

Il giorno successivo, sono state organizzate due importanti visite ad associazioni che operano sul territorio nel settore dell’assistenza sanitaria con un focus particolare all’utenza immigrata. In particolare il gruppo ha avuto l’opportunità di conoscere le attività ed i progetti portati avanti dalla Croce Rossa di Girona attraverso le parole dell’Avv. Anna Serra, responsabile del settore Immigrazione e rifugiati di Girona del Comitato attivo nella Provincia di Girona. Nella seconda parte della mattinata, il gruppo si è spostato presso l’auditorium dell‘Ospedale Santa Caterina, situato in Salt, in cui diverse figure professionali hanno presentato vari aspetti della struttura sanitaria e dei servizi offerti al suo interno: la storia dell’Ospedale; la sua vocazione ad assistere le persone più vulnerabili della società; le strutture sanitarie che lo costituiscono ed il dipartimento di salute mentale che ne fa un modello innovativo; le caratteristiche e l’evoluzione del servizio di Mediazione linguistica e culturale; i servizi offerti alla popolazione ed in particolari a quella di origine straniera.
Nel pomeriggio l’accompagnatrice ha coordinato un focus group per mettere a fuoco le tematiche emerse durante le tre organizzazioni incontrate. I partecipanti, divisi in due gruppi, si sono confrontati sulle similitudini tra servizi e politiche sanitarie rivolte a stranieri adottate in Italia (Sardegna) e quelle spagnole (Catalogna) e sull’analisi delle differenze tra le due realtà (Italiana e Spagnola) mettendo in luce i servizi/procedure, considerati una buona pratica, che avrebbero voluto trasferire nelle strutture in cui loro stessi operano.

Il viaggio è stato considerato dalla maggior parte dei partecipanti molto interessante, ricco di spunti ed idee da prendere in considerazione per migliorare i servizi sanitari rivolti ai migranti offerti dalle strutture sanitarie in cui lavorano.