BlendIn: Strumenti per l’orientamento e l’integrazione sociale dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo

BlendIn: Strumenti per l’orientamento e l’integrazione sociale dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo

Il convengno finale del progetto BlendIn si è tenuto a Modena. I relatori e gli intervenuti hanno ragionato su come la comunità e gli operatori del sociale possono assistere i giovani migranti, rifugiati e richiedenti asilo nel loro processo di integrazione in Italia.

Anziani e non solo e Caleidos hanno organizzato l’evento conclusivo del progetto BlendIn mirato a far conoscere meglio l’esperienza, gli strumenti sviluppati e i risultati della sperimentazione dell’APP BlendIN fatta su 25 soggetti specializzati nel settore dell’inclusione dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo.
Il convegno Orientare i richiedenti Asilo si è tenuto a Modena, Lunedì 29 novembre dalle 09.00 alle 13.00 presso la Legacoop Modena, via S. Fabriani 120. In questa occasione, oltre alla condivisione dell’esperienza e dei risultati raggiunti, è stato illustrato il manuale per gli operatori “REFUGEE ORIENTATION”. Tanti gli spunti arrivato dagli interventi dei relatori. (Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo: https://www.anzianienonsolo.it/convegno-finale-del-progetto-blendin)

Gli interventi
Il convegno si è articolato in due sessioni. La prima, ha visto, dopo i saluti istituzionali, gli interventi “L’orientamento come strumento di empowerment per i richiedenti asilo” di Tiziana Chiappelli, (Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, Università di Firenze e Progetto Arcobaleno),
Il progetto BLEND-IN e i suoi risultati e l’esperienza dell’utilizzo degli strumenti di BLEND-IN con i giovani richiedenti asilo illustrati rispettivamente da Licia Boccaletti (Presidente di Anziani e non solo) e Alessandra Tagliavini (Caleidos). La prima sessione si è chiusa con la testimonianza di Mamadou Hady Diallo, partecipante al progetto.

Nella seconda parte del convegno sono state portate esperienze innovative nell’orientamento ai richiedenti asilo: Valentina Marzano e Stefania Malavolta hanno presentato l’App “Presente”, Sara Marazzini (Fondazione ACRA) ha illustrato “I welcome tour e lo storytelling della rete Migrantour”, Margherita Toma (Referente Area Lavoro Lai-momo coop. Sociale) e il video maker Vincenzo Valentino Ventura hanno portato il progetto “Orienta” prima delle conclusioni affidate a Barbara Papotti (Coordinatore progetto SPRAR Unione delle Terre d’Argine).

Il convegno ha visto un pubblico numeroso e partecipe di professionisti del settore e ragazzi.
Dai feedback ricevuti, oltre il 95% dei partecipanti ha valutato gli eventi positivamente o molto positivamente, mentre oltre il 95% pensa che l’App BLEND-IN sia utile o molto utile per migranti e rifugiati. Infine, ma non meno importante, oltre il 95% dei partecipanti ha valutato il contenuto degli interventi chiari o molto chiari, utili o molto utili per il loro ruolo professionale di sostegno a migranti, rifugiati e richiedenti asilo.

L’app di BLEND-IN può essere scaricata dal Google Play store usando il codice QR in basso:


E’ uscito il nuovo e ultimo numero della newsletter di BlendIn: clicca sul collegamento in basso per scaricarla
4th_Newsletter_Blend In_IT


Il progetto BLEND-IN è finanziato dalla Commissione Europea, nella cornice del programma Erasmus+, della durata di 25 mesi (14 Novembre 2016 – 13 Novembre 2018). Il progetto è implementato da un consorzio di organizzazioni esperte. Leader del consorzio è Anziani e non solo SC (ANS) (Italia) mentre i partner di progetto sono: Caleidos Cooperativa Sociale Onlus (Italia), KMOP – Social Action and innovation Centre (Grecia), EEO Group S.A. (Grecia), FSM – Foundation for Shelter and Support to Migrants (Malta), CARDET- Centre for Advancement of Research and Development in Educational Technology LTD (Cipro) e Canary Wharf Consulting LTD (Regno Unito).