English version

Informazione, orientamento, incontro domanda – offerta di lavoro di cura

ANS si occupa di sportelli sociali di informazione, orientamento e incontro domanda-offerta di lavoro di cura rivolti ad assistenti familiari e a caregiver familiari, sia attraverso la gestione diretta che attraverso l’assistenza tecnica e la messa a disposizione di strumenti di supporto ad altre organizzazioni che gestiscono questi servizi.

  • Strumenti per l’incontro domanda-offerta: All’operatore professionale, che è chiamato a svolgere servizi a supporto dell’incontro domanda offerta di lavoro di  cura a domicilio, è offerto un insieme di applicativi informatici accessibili via web. Gli applicativi possono essere impiegati in modo singolo, modulare o integrato, per rispondere alle diverse configurazioni dei servizi di incontro e incrocio del lavoro di cura domiciliare. Agli operatori viene inoltre offerta una formazione per l’impiego degli applicativi, fruibile sia attraverso incontri in presenza che attraverso la piattaforma per la formazione a distanza. Gli strumenti disponibili e ampiamente testati in diversi contesti di utilizzo sono i seguenti:
  • Care Contact: è un applicativo che supporta l’operatore nella gestione del registro delle assistenti familiari: archiviando nominativi, curricula, disponibilità degli assistenti familiari del territorio e consentendo la ricerca in base a criteri prestabiliti.
  •  C@replan: è un applicativo che accompagna la famiglia nella definizione di un mansionario delle attività richieste all’assistente familiare. Può generare un documento sottoscritto da entrambe le parti e allegabile al contratto di lavoro.

Strumenti per la gestione di sportelli sociali: ANS mette a disposizione strumenti di supporto agli operatori che gestiscono sul territorio sportelli di segretariato sociale.

  • Sportello Informanziani: è un sistema di banche dati in cui le informazioni sono veicolate da un sito Internet, tramite il quale è possibile consultare un vastissimo numero di testi aggiornati quotidianamente e articolati su vari livelli di approfondimento: news nazionali e regionali, documentazione di supporto, provvedimenti normativi, schede informative, focus.
  • Sportello Tutela Legale: è un sistema di banche dati che guidano l’operatore nella risposta ai più comuni quesiti di carattere legale che possono coinvolgere gli anziani e i loro familiari. E’ un utile strumento di informazione e orientamento di primo livello e per filtrare  i casi più complessi da indirizzare ad un supporto specialistico.
  • C@rexpert: C@rexpert è strutturato come un questionario on line basato su risposte a scelta multipla finalizzate a rilevare le condizioni dell’anziano dal punto di vista sociale, sanitario e relazionale basate anche sui parametri ADL e IADL dell’assistito e del vissuto del caregiver. L’insieme di dati, gradi e specificazioni rilevati nell’intervista, viene elaborato attraverso un sistema algoritmico che consente il rilascio di una reportistica che l’operatore potrà personalizzare per la consegna all’anziano/famiglia: un dossier sulle condizioni dell’anziano così come rilevate dal caregiver; un profilo multidimensionale dei bisogni secondo il modello PSAR (bisogni Primari, di Sicurezza, di Autonomia e di Relazionalità) dell’anziano trattato; un report con le possibili risorse per elaborare il mix assistenziale più idoneo a far fronte ai bisogni rilevati e un documento con indicazioni sul grado di stress assistenziale espresso dal caregiver principale.

Progetti e attività:

  • Sportello incontro domanda/offerta di Assistenza Familiare – ANS gestisce per conto dell’Unione delle Terre D’Argine un servizio di incontro domanda – offerta di lavoro di cura nei territori di Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano. Per maggiori informazioni, scarica il volantino
  • Ministero del Lavoro – Progetto ASSAP (Azioni di Sistema per i Servizi alla Persona): ANS si è occupato del coordinamento di una rete di 33 sportelli per la promozione di politiche attive per l’inserimento lavorativo e la qualificazione professionale nel settore dei servizi di cura o di assistenza in quattro Regioni Obiettivo Convergenza (Puglia, Calabria, Campania e Sicilia).
  • LLP-LDV SCALING NEW HEIGHTS IN VET – il progetto ha trasferito in Italia, Grecia e Germania la Rickter Scale, uno strumento di counselling ed accompagnamento per soggetti svantaggiati che ANS ha applicato in modo specifico agli assistenti familiari in cerca di lavoro.
  • Sportelli ASPASIA – gli strumenti di formazione, validazione e incontro domanda offerta di lavoro di cura sviluppati da ANS sono utilizzati dalla rete degli Sportelli “Aspasia” presenti su tutto il territorio della Provincia di Ferrara.
  • Progetto “Verso un nuovo welfare / Aspasia Ferrara”  Il progetto nasce delle attività di mainstreaming del progetto Equal Aspasia. Il progetto ha consentito l’apertura di quattro  punti informativi nella Provincia di Ferrara per fornire informazioni, orientamento, formazione e incontro domanda / offerta di lavoro ad assistenti familiari e famiglie. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Emilia Romagna.
  • PIC Equal – Azione 2 Aspasia Realizzazione e sperimentazione territoriale di strumenti e servizi volti a favorire l’inclusione sociale e professionale di assistenti familiari. Il progetto ha realizzato pacchetti formative sulle competenze assistenziali di base e ha aperto tre punti informativi in Emilia Romagna, Puglia e Sicilia per fornire informazioni, supporto, opportunità formative, incontro domanda offerta di lavoro a badanti e famiglie.
  • Supporto ed assistenza legale per anziani: Finanziato dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito di progetti pilota per il miglioramento della qualità della vita delle persone anziane, l’intervento è stato realizzato con la collaborazione di CGIL e Federconsumatori. Il progetto ha sviluppato un servizio di assistenza legale per anziani e loro familiari per fornire informazioni e supporto alla soluzione di problemi legali connessi alla fragilità. Il servizio di front office, attivato in tutti i Comuni del Distretto di Carpi, è stato fornito da ex agenti di polizia municipale, appositamente formati, e da un legale che li ha supportati in back office sui temi di maggiore complessità.