BEST4OLDER LGBTI – Conclusione della campagna video

BEST4OLDER LGBTI – Conclusione della campagna video

La partnership del progetto Best4Older LGBTI – finanziato dal programma dell’Unione Europea Diritti, Eguaglianza e Cittadinanza (REC) – è profondamente grata a tutte le persone che hanno preso parte alla campagna video appena terminata aiutandoci a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei diritti delle persone LGBTI anziane.

Per tutto il mese di Ottobre, ogni mercoledì è stato pubblicato un video contenente una storia diversa sul nostro sito web e sulla nostra pagina Facebook in modo da creare una serie composta da cinque video (disponibili con i sottotitoli in Italiano, Rumeno, Olandese, Greco, Portoghese e Francese). L’obiettivo della campagna è stato quello di creare uno spazio virtuale dove le voci di una minoranza discriminata e spesso dimenticata, quella composta dalle persone LGBTI anziane, potessero essere ascoltate e viste. Diamo un’occhiata più da vicino ai protagonisti delle nostre storie!

La campagna è iniziata con una intervista a Raffaele, il proprietario di una delle ultime librerie LGBTI nel cuore di Bologna. Dagli anni della crescita come giovane uomo gay nell’Italia degli anni 70 al suo matrimonio con il marito Luca, Raffaele ci ha offerto uno spaccato del suo personale viaggio di auto-accettazione e scoperta di sé.

Il secondo video ci ha portato invece nei Paesi Bassi, dove abbiamo incontrato Marjet e Ineke: una coppia di donne lesbiche che condividono amore, vita e impegno sociale all’interno della comunità LGBTI olandese attraverso il loro attivismo con Roze50+, una delle realtà più importanti a livello europeo dedicate alle persone senior LGBTI.

Con il terzo video abbiamo conosciuto Gregory, uno scienziato politico di Atene, che in passato è stato uno dei portavoce del movimento LGBTI greco ed una delle prime persone a fare pubblicamente coming out come uomo gay nel suo paese. Attraverso il suo racconto abbiamo potuto fare un salto indietro nel tempo, negli anni 80, quando essere gay significava dare scandalo ed essere un pericolo pubblico, fino ad arrivare all’importanza del coming out e del godersi la libertà che questo atto comporta.

Siamo poi rientrati in Italia con Mizia, che ci ha aperto le porte di casa sua raccontandoci la sua esperienza di donna trans e del suo orgoglio politico nel rivendicare la propria identità come persona transgender. La campagna video si è conclusa con la storia di Antonios e dell’amore per suo marito Steve, che ha conosciuto negli anni 80 e con cui è rimasto da allora. Nella sua intervista, ha sottolineato l’importanza dell’accettazione nei confronti di ogni essere umano, indipendentemente dal suo orientamento sessuale e
identità di genere: “Siamo esattamente uguali, è solo che ci esprimiamo in una varietà che secondo la società ci caratterizza come minoranza, ma in realtà non c’è nessuna differenza.”

La campagna è stata promossa attraverso i social media e i siti web di tutti i partner coinvolti nel progetto, raggiungendo centinaia di persone in tutta Europa, con numeri in continua crescita!

Puoi trovare la lista completa dei video pubblicati qui.

Prossimi passi: la partnership del progetto Best4Older LGBTI sta attualmente lavorando ad una campagna di sensibilizzazione contro le discriminazioni che le persone LGBTI anziane affrontano nella vita di tutti i giorni, dal sistema sanitario alla fornitura di pubblici servizi, dagli insegnati e dai datori di lavoro al grande pubblico.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti? Iscriviti alla nostra mailing list o seguici su Facebook!
Se vuoi saperne di più sul progetto, visita il nostro sito web: www.best4older-lgbti.org

IL PROGETTO
Il progetto Best4OlderLGBTI, finanziato dal programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza (REC), intende combattere la discriminazione basata su età, orientamento sessuale, identità di genere, espressione di genere e caratteristiche sessuali degli anziani e promuovere i diritti delle persone (LGBTI) anziane attraverso la sensibilizzazione dei diversi gruppi target, concorrendo alla costruzione di una società più equa ed inclusiva.

L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare una campagna di sensibilizzazione in sei Stati membri dell'UE, contribuendo alla riduzione delle disuguaglianze e delle discriminazioni nella fornitura dei servizi pubblici e dell'assistenza sanitaria e sociale, nonché nell'incoraggiare la denuncia di casi di discriminazione.

Visita il nostro sito www.best4older-lgbti.org per saperne di più del progetto!