Beold: un nuovo progetto per includere i lavoratori over 55

Le organizzazioni rumene Asociatia Habilitas, Universitatea Din Bucuresti e Confederatia Na-tionala Sindicala “Cartel ALFA”, insieme ai loro partner europei (Centre For Advancement Of Re-search And Development In Educational Technology Ltd-Cardet da Cipro, Documenta dalla Spa-gna, Anziani E Non Solo dall’Italia e KMOP dalla Grecia), sono lieti di annunciare l’inizio del pro-getto europeo ‘BeOld’. Il consorzio, coordinato
da Asociatia Habilitas, vuole lavorare insieme per migliorare l’inclusione dei lavoratori over 55 nel mondo
del lavoro.

Il progetto, finanziato dal programma Erasmus+, durerà due anni e punterà ad incrementare le opportunità di sviluppo professionale e personale dei lavoratori maturi usando degli strumenti innovativi, quali due percorsi formativi. Il primo percorso aiuterà i lavoratori senior a fissarsi nuovi obiettivi professionali, migliorare l’autostima e sviluppare nuove competenze maggiormente spendibili nel mondo del lavoro. Il secondo percorso, rivolto invece ai responsabili delle risorse umane, aiuterà tali figure professionali ad adattare l’ambiente di lavoro e la sua organizzazione alle esigenze di una forza lavoro che invecchia: come si può promuovere lo scambio fra generazioni e combattere anche così gli stereotipi sugli anziani al lavoro? Il progetto sensibilizzerà inoltre l’opinione pubblica sull’esigenza di adattare il mercato del lavoro, così come gli ambienti di lavoro, ai bisogni dei lavoratori di tutte le età e di sviluppare politiche che siano ‘age-friendly’.
Per ulteriori informazioni sul progetto, si può visitare il sito www.beold.eu. Dal prossimo mese, sarà anche disponibile la prima pubblicazione del progetto: un e-book sulle sfide e le opportunità di una forza lavoro intergenerazionale. Il documento fungerà da punto di partenza per lo sviluppo delle altre attività del progetto. In particolare, fornirà informazioni sul supporto che viene offerto ai lavoratori maturi nei Paesi coinvolti in BeOld: Romania, Cipro, Italia, Spagna e Grecia. Per restare aggiornati sul progetto, si può seguire la sua pagina facebook.